#ATuPerTu con Andrea Giorni |Journey Guitars

Koinervetti è stato invitato a casa Giorni. Obiettivo? intervistare Andrea, liutaio di Sansepolcro da ormai da 20 anni, con il quale abbiamo fatto quattro chiacchere sul mondo della musica e della chitarra.

Fonte: Facebook

K:  Ciao Andrea, come stai?

A: Abbastanza bene dai, a parte il caldo (*ridendo*)

K: Come è nata questa passione nel costruire le chitarre?

A:  Mah guarda, è nata da esigenze di lavoro.  Io facevo il falegname, e non avendo hobby, nei momenti vuoti della giornata, aspettando che arrivasse il materiale oppure un guasto a qualche macchina, ho scelto di fare il liutaio, ogni tanto faceva anche comodo per distrarsi. Ho cominciato con le chitarre classiche, poi da ex di chitarrista, con la passione per lo strumento mi sono appassionato alla chitarra elettrica dopo un po di anni.

K: Di solito nei tuoi lavori usi anche legni molto pregiati?

A: Non particolarmente. Ho sempre usato legni che conosco. Per esempio il frassino, e l’acero, sono legni che vengono usati frequentemente in liuteria, ma se qualcuno mi chiedesse un legno un po’ più particolare, no problem lo stesso.

Fonte: Facebook

K: Riguardo alle meccaniche in generale?

A: Anche con le meccaniche dipende dal prodotto che devi tirare fuori, il quale condiziona un po’, ma per quanto mi riguarda non ci sono problemi anche su quello.

K: Ti è mai capitato che un cliente ti chiedesse una chitarra particolare?

A: Innanzitutto diciamo che i clienti sono amici, e quando una persona decide di farsi una chitarra su misura c’è sempre una particolarità. Quindi è necessaria una ricerca. Come quella del colore, che condiziona molto la forma, poi la tipologia di suono, e anche in quel caso si ricercano particolari pickup, potenziometri eccetera.

K: Ti è mai capitato che alcuni artisti siano venuti a provare le tue chitarre?

A: Allora, artisti conosciuti no, però è venuto Giordano Boncompagni, Ed Menichella, Davide Baccanelli,  Andrea Ciotti, Roberto Marcellini ecc. Insomma, artisti professionisti conosciuti in vallata, persone che della musica hanno fatto un mestiere.

Fonte: Facebook

K: Qual è stato il lavoro più bello che hai fatto?

A: A me sinceramente sono piaciuti tutti. Perché comunque sia c’è sempre una ricerca, a volte si presentano anche delle difficoltà, e quindi si deve raggiungere un obiettivo diverso. I musicisti sono sempre particolari, perché alla fine lo strumento sarebbe una estensione del loro corpo, se lo devono sentire addosso come si suol dire, deve diventare parte di loro stessi. Per me è un divertimento tuttavia, per ora posso dire che ogni chitarra fatta è stata un mio successo personale.

K: Ad oggi, come sta andando il tuo lavoro da liutaio?

A: Adesso per la liuteria è una fase di calma, di riflessione. Le idee sono tante e ora vediamo come procedere in futuro.

K: Quanto tempo impieghi per costruire una chitarra?

A: Personalmente per costruire una chitarra ci metto non meno di 15 giorni, faccio tutto manualmente, anche per la sagoma della tavola, anche se uso un elettroutensile (comunque sempre manuale).

Ci sono state anche delle chitarre che mi hanno messo alla prova a livello di costruzione, per lo studio dello strumento. Tuttavia, i 15 giorni sono garantiti in ogni caso.

Fonte: Facebook

K: Riguardo alla pubblicità, mi hai detto prima dell’intervista che non ti sei spinto più di tanto ad avere notorietà, come mai?

A: Ho sempre voluto fare le cose con molta calma, ho avuto l’opportunità nel corso degli anni di conoscere diversi litai sia famosi che non, che mi hanno insegnato, però vedendo così i miei lavori mi hanno sempre dato quella spinta, quella fiducia di continuare la strada che avevo intrapreso. Comunque sia sono passati vent’anni da quando ho costruito la prima chitarra, classica. Piano piano, documentandomi, leggendo anche tanti libri, e seguito anche molti forum ho cercato di crearmi uno stile, un genere: ci sono voluti 20 anni. Tutto questo riguarda anche la pubblicità, ho sempre voluto fare tutto quanto con estrema calma.


K: Grazie mille Andrea per questa bellissima chiaccherata, ce lo faresti un saluto a Koinervetti?

A: Grazie mille ragazzi per avermi intervistato, è stato un piacere, a presto, ciao!

 

Una risposta.

  1. Walker ha detto:

    Hi, very nice website, cheers!
    ——————————————————
    Need cheap and reliable hosting? Our shared plans start at $10 for an year and VPS plans for $6/Mo.
    ——————————————————
    Check here: https://www.good-webhosting.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *