Categoria: #PietreMiliari

La storia della maglia azzurra della Nazionale

Blu ancora protagonista, questa volta sfruttando del sano e benefico patriottismo ripercorriamo la storia della maglia della Nazionale di calcio, divenuta azzurra il 6 gennaio di qualche anno fa…

La Juventus sgambettata dalla neve

È il dicembre 2013 quando la Juventus, oramai passata oltre allo scandalo Calciopoli, sopportando l’inferno della Serie B ed il purgatorio di diverse stagioni a metà classifica in A, sta mettendo le basi per il terzo degli otto (ad ora) scudetti consecutivi.In quegli anni i bianconeri trionfano agevolmente anche in Coppa Italia, ma il tallone d’Achille…
Scopri di più

Alì e Foreman nella giungla

Sono le 4:00 A.M., ora locale, quando a Kinshasa, nello Zaire (ex Congo Belga, attuale Repubblica Democratica del Congo) incrociano i guantoni per la prima volta Muhammad Alì e George Foreman, in quello che tuttora rimane uno degli incontri più importanti della storia della boxe moderna.“Rumble in the Jungle”, questo il titolo assegnato all’evento, rappresenta…
Scopri di più

Ho visto un uomo volare: Michael Jordan.

Maglie. Pantaloncini. Canotte. E ancora: cappellini, tute, calzini, zaini. Borse, collane, giacche. E soprattutto scarpe, scarpe, scarpe. In particolare 33 modelli diversi, solo per la serie Air, editi ognuno in decine e decine di colorazioni e materiali diversi. Il “jumpman” è ovunque, a rappresentare la più grande eredità di Michael Jordan. MJ, per i pochi…
Scopri di più

Giro D’Italia 2019: le 10 (+1) pagelle di #PietreMiliari

Si è conclusa domenica 2 giugno, con l’arrivo a Verona, la 102° edizione del Giro D’Italia. Come al solito, le tre settimane della corsa in rosa sono state costellate di emozioni, sorprese, colpi di scena e momenti da ricordare. Ma, soprattutto, sono state animate dagli sforzi, dai muscoli e dalle menti di alcuni dei migliori…
Scopri di più

L’infinita battaglia tra John Isner e Nicolas Mahut

Il calendario segna 24 giugno 2010 ed il sole calante accarezza i prati dell’All England Tennis Club di Londra quando, accolto da un tripudio di urla, John Isner sdraia i suoi 108 chili distribuiti su 208 centimetri di statura sull’erba del campo numero 18.