#ATuPerTu con Andrea Cerrato

Koinervetti incontra “virtualmente” Andrea Cerrato, cantautore (2.0) ed autore di cover originali ed alternative. In un piacevole #ATuPerTu sul mondo della musica e del web, lo youtuber ha spiegato quanto sia importante sforzarsi per “personalizzare” le cover e quanto possa essere utile come allenamento per la scrittura di pezzi propri.

Fonte: andreacerrato.com

Le tue non sono le classiche cover… Di quanto studio hai bisogno per la loro “revisione”?

Parecchio! Almeno un paio di giorni per la traduzione, parallelamente imparo a suonarle ed eventualmente le arrangio per chitarra/pad/loop station, poi ci sono registrazione e montaggio video/audio… Insomma, una faticaccia, che però amo fare!

Quanto è complesso “preservare il senso” di una canzone straniera? 

Dipende da brano a brano. La complessità non è tanto preservarne il senso quanto farne un pezzo che non suoni come una parodia, ma sia credibile. 

In base a cosa scegli quali cover tradurre?

Spesso chiedo a chi mi segue e prendo in considerazione i loro commenti, altre volte faccio canzoni che mi piacciono, altre ancora, sarei ipocrita a non dirlo, guardo le hit del momento. 

Come riesci ad appropriarti di una canzone che non è tua?

Scrivendo da tanto tempo cose mie credo sia inevitabile “personalizzare” anche ciò che si fa… Non c’è un metodo, credo derivi dal non voler imitare, ma seguire la propria natura.

fonte: andreacerrato.com

Definisci spesso le cover come un allenamento. Quanto le consideri importanti per il cantautorato? Sono una fonte d’ispirazione?

Più che per i contenuti aiutano a sforzarti di trovare soluzioni che nella confort zone della scrittura magari non trovi… Ed inevitabilmente anche il lavoro degli inediti ne giova!

Credi che puntare sui social possa essere la scelta giusta per farsi strada nel mondo della musica o solo un primo step per acquisire visibilità?

Sì, credo di sì. Ho lavorato per anni nella comunicazione e amo il mondo dei social media perché ti permette di sviluppare un contatto diretto tra te e il pubblico.

 

Tre parole per descriverti come cantautore?

Mmmh… Lascio che siano gli altri a definirmi.

 

Che progetti hai per il futuro?

Far crescere il canale, registrare il secondo album di inediti e far conoscere la mia musica al maggior numero di persone possibile, magari con un bel tour!

 

Un saluto a Koinervetti

Ciao ragazzi, buona vita a tutti!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *