#ATuPerTu con gli Out Of The Edge

Koinervetti ha avuto il piacere di fare quattro chiacchiere con la band Progressive Rock degli Out Of The Edge. Tra le altre cose, abbiamo parlato del loro ultimo singolo “Rise Another Day”.
Buona lettura!

Out Of The Edge
  • Ciao ragazzi! Innanzitutto come state?

Ciao a tutti! Che dire, stiamo molto bene! Il nostro ultimo singolo Rise Another Day sta riscuotendo degli ottimi consensi soprattutto dai nostri ascoltatori, il che non può far altro che farci molto piacere e renderci orgogliosi.

  • Voi siete una band Progressive Rock, ma nel vostro sound si può ricnoscere anche una componente Metal e anche un po’ di Pop. Quali sono le vostre influenze principali?

Esatto, siamo una band Progressive Rock un po’ “farlocca”. Infatti ci piace definirci una band libera da vincoli di genere, cosa che è anche espressa appunto nel nome del nostro progetto: “Out Of The Edge” sta infatti a significare che non ci piace chiuderci all’interno di un confine di genere preciso. Per cui in realtà, essendo che specie ai nostri giorni è importante avere un genere che definisca la band, il Progressive è quello che, tra tutti, ci dà più libertà di espressione. Le nostre influenze, come immagino si possa intuire, sono delle più svariate e, per nominarne alcune, dovremmo sicuramente citare band come Pink Floyd, Dream Theater, Foo Fighters, Muse, Biffy Cyro, Nothing But Thieves e Avenged Sevenfold.

  • Passiamo ora al vostro singolo Rise Another Day: i miei complimenti per il brano, parlateci della sua storia.

Grazie mille per i complimenti, che fanno sempre molto piacere. Il brano è nato subito con l’idea di accompagnare il videoclip che avrebbe avuto la funzione di trailer pilota del nostro progetto Shadows, progetto che stiamo iniziando a produrre proprio in questo periodo. Avendo già in mente bene di cosa avrebbe parlato il cortometraggio di cui sarebbe stato il trailer, abbiamo composto il brano con due intenti principali: da una parte l’esigenza che fosse un brano diretto e che arrivasse subito senza tanti fronzoli musicali o giri di parole e dall’altra la voglia di inserire dei riferimenti a quello che sarà Shadows sia attraverso il testo, sia attraverso il mondo sonoro e musicale.

Fonte: Facebook
  • Cosa dobbiamo aspettarci dal vostro progetto Shadows?

Shadows sarà il progetto che segnerà una svolta decisiva al nostro modo di affrontare la composizione musicale. Il nostro progetto consiste infatti nella scrittura e nella produzione di un cortometraggio che poi musicheremo attraverso la composizione della colonna sonora originale e questa sarà parte del nostro nuovo album. Più di questo non ci sentiamo di dire, ma se vi può interessare farvi un’idea di cosa potrebbe essere Shadows, sicuramente vi consigliamo di darvi un’occhiata approfondita al videoclip di Rise Another Day, disponibile sul nostro canale YouTube.

  • Come vi siete trovati in studio con Larsen Premoli presso il RecLab Studios di Milano?

Benissimo, senza ombra di dubbio. È questo il motivo per cui anche dopo la produzione del nostro EP di debutto Birth abbiamo comunque deciso di tornare da Larsen. Registrare ai RecLab Studios è sempre un’esperienza speciale: è come sentirsi a casa e con amici e questo aiuta molto a livello artistico.

Fonte: Facebook
  • Ultima domanda, com’è il vostro modo di scrivere brani?

Questa è una domanda difficile. Il nostro modo di comporre è sempre diverso e cambia davvero da brano a brano. L’unica cosa che resta comune è il fatto che tutto inizia da un lavoro di composizione iniziale da parte di Luca, il nostro batterista e mente del progetto. Dopodiché quello che succede varia, a volte ciascuno viene coinvolto per apportare delle modifiche alla sua parte, a volte invece viene chiesto proprio di pensarla insieme o addirittura in autonomia e totale fiducia.

  • Ci potete fare un saluto al gruppo Koinervetti?

Sicuramente: un caro saluto a tutti e grazie di cuore per averci ospitato tra di voi con questa intervista!

 

9 risposte

  1. I’m really impressed with your writing skills and
    also with the layout on your weblog. Is this a paid theme or did you customize it yourself?
    Anyway keep up the nice quality writing, it’s rare to see a great blog like this one nowadays.

  2. tinyurl.com ha detto:

    This is my first time pay a quick visit at here and i am
    genuinely impressed to read all at single place.

  3. tinyurl.com ha detto:

    I was wondering if you ever considered changing the layout of your blog?
    Its very well written; I love what youve got to say. But maybe you could a little more in the way
    of content so people could connect with
    it better. Youve got an awful lot of text for only having 1 or two pictures.
    Maybe you could space it out better?

  4. tinyurl.com ha detto:

    Thank you for the auspicious writeup. It in fact was a amusement account it.

    Look advanced to more added agreeable from you!

    However, how could we communicate?

  5. vipwww.vip ha detto:

    Link exchange is nothing else but it is simply placing the other person’s web site link on your page at appropriate place
    and other person will also do similar for you.

  6. Awesome! Its actually awesome article, I have got much clear idea on the topic of from this article.

  7. Thanks for ones marvelous posting! I certainly enjoyed reading it, you are a great author.I will be sure to bookmark
    your blog and may come back later in life. I want to encourage you to ultimately continue your great job,
    have a nice evening!

  8. Very good post. I certainly appreciate this site.
    Stick with it!

  9. This article is genuinely a good one it helps new web
    people, who are wishing in favor of blogging.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *