#ATuPerTu con Giancane

In occasione dell’appuntamento successivo a Koinervetti Live(s) di Innesti, Giancane, l’ospite del format di EffettoK “6 pezzi facili”, ha scambiato due parole con Koinervetti prima di ripercorrere la sua storia musicale.

Giancane
Scatto della serata a CasermArcheologica (Sansepolcro, AR)

Ecco quindi l’#ATuPerTu con Giancane:

  • Essendo a ridosso del Natale partiamo con una curiosità: dalla tue produzioni si capisce cosa significhi per te ora (vedi “Buon Compleanno Gesù”). Da piccolo come lo vivevi?

G: Come adesso! Anche se era più divertente…

Provengo da una famiglia di musicisti ed a Natale andavamo sempre in una casa dove si trovava una sala prove che veniva usata per fare una jam session in famiglia! Ora la tradizione è sfumata, per questo il Natale non mi piace più.

  • Suonerai “6 pezzi facili” in acustico: quando hai iniziato e quali pezzi hai imparato per primi?

G: Ho iniziato in terza media, a 14 anni. Non volevo suonare il flauto e fortunatamente dalla terza media in poi era possibile suonare altro quindi ho voluto provare la chitarra. Mia mamma me ne comprò una classica, anche se io volevo un suono diverso perché (casualmente) comprai un disco degli Iron Maiden e mi innamorai della chitarra elettrica.

  • A proposito di copertine: come gli Iron Maiden anche gli 883 (i quali abbiamo capito che ti piacciono tanto) hanno prodotto dischi con copertine a dir poco originali. In particolare la band di Max Pezzali usava dei fumetti. In questo contesto arriviamo alla tua amicizia con Zerocalcare che ha prodotto il video di “Ipocondria” seguendo questa scia. Un commento sotto lo stesso video recita “L’eroe di cui abbiamo assolutamente bisogno ma che non ci meritiamo per niente”. Che ne pensi?

G: Chi ha scritto questo deve avere dei seri problemi ahahah!

Mi fa comunque molto piacere. Questo anche grazie ai miei due amici (Rancore e Zerocalcare): mi serviva infatti un rapper e qualcuno che mi producesse un video “a disegni” simili a quelli dei Gorillaz ed hanno accettato, perciò è andata bene. Per Zerocalcare è stata tra l’altro la “prima volta animata”, quindi sono contento di avergli dato lo spunto.

  • Facendo parte della Woodworm, ci sarebbe qualche artista con cui ti piacerebbe collaborare?

G: Sì. Con Edda per esempio, ma anche con Motta.

  • Facevi parte del “Muro del Canto” che esaltava al massimo dialetto e romanità. Roma è bellissima quanto disagiata: come vivi questa situazione?

G: Con Roma ho un rapporto di amore-odio costante. Più odio che amore anche se penso sia una specie di droga quella che ti crea Roma quando ci nasci. Chi viene da fuori, infatti, non si potrà mai abituare ad una realtà che è estrema. Tanto per fare un esempio: per fare 6 chilometri potresti impiegare 3 ore! Quasi converrebbe andare a piedi…

Tanto odio quindi, però… Ogni volta che parto sento sempre il desiderio di tornare, ho i miei spazi e la mia dimensione. In sostanza, faccio il musicista anche per colpa di Roma! Ho provato a fare lavori di altro genere ma è stato sempre un incubo!

  • Hai un “marchio di fabbrica” che deriva dal dialetto romano?

G: “Accollo” è una parola che uso molto spesso. A Roma viene usata per indicare qualcuno che rompe i coglioni!

  • Le tue canzoni sono molto esplicite, anche perchè caratterizzate da una forte vocazione popolare! Ti senti di sostituire in qualche modo quelle persone che non avrebbero il coraggio di affrontare in questo modo la realtà?

G: In realtà nemmeno io ce lo avrei! Sono una persona molto timida e solo grazie al palco riesco ad aprirmi e ad esprimermi liberamente, fin troppo ahahah. Qualsiasi cosa mi venga in mente la esterno (giusta o sbagliata che sia). Non vorrei mai perdere questo, anche perché durante un concerto mi sento veramente bene!

Tutto quello che faccio è spontaneo. Anche il progetto che sto portando avanti è “casuale”, nato in casa, di notte, scrivendo e suonando con la chitarra. Ho pubblicato dei pezzi online e sono stato chiamato per delle esibizioni. L’evoluzione del progetto ha poi portato alla costituzione di un gruppo di numeroso: siamo in 6 e non abbiamo praticamente mai provato insieme! Mi fido talmente tanto delle persone che suonano insieme a me che anche gli errori rientrano nel mio concetto di fare musica in libertà, insieme.

  • Quindi… E’ possibile vivere “Una vita al top” in una società piena di “Ansia e disagio”?

G: Se riesci a trovare una “nicchia del disagio” che ti coccola… Sì!

 

8 risposte

  1. g with ha detto:

    This design is steller! You most certainly know how to keep
    a reader amused. Between your wit and your videos,
    I was almost moved to start my own blog (well, almost…HaHa!) Great job.
    I really enjoyed what you had to say, and more than that, how you presented it.
    Too cool!

  2. For newest information you have to pay a quick visit internet and on internet I
    found this web page as a most excellent site for latest updates.

  3. tinyurl.com ha detto:

    My brother suggested I might like this website. He was totally right.
    This publish truly made my day. You can not imagine simply how much time I had spent for this info!
    Thank you!

  4. It’s in reality a great and useful piece of info.

    I’m happy that you just shared this useful information with us.

    Please keep us up to date like this. Thank you for sharing.

  5. tinyurl.com ha detto:

    We’re a group of volunteers and starting a new scheme in our community.

    Your site provided us with valuable information to work on. You’ve done an impressive job and our whole
    community will be thankful to you.

  6. Great website you have here but I was curious if you knew of any user
    discussion forums that cover the same topics discussed
    in this article? I’d really love to be a part of community where I can get feed-back from other knowledgeable people
    that share the same interest. If you have any recommendations, please let me know.
    Kudos!

  7. Thank you for the good writeup. It if truth be told was a leisure account
    it. Look complex to far brought agreeable from you!
    By the way, how could we keep in touch?

  8. Good post. I’m facing many of these issues as well..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *