Auditorium: Misirlou – L’Odissea del canto di amore greco

Dopo la triste notizia della scomparsa di Dick Dale, soprannominato “il re della chitarra surf”, ripercorriamo insieme la storia del suo brano più celebre, reso immortale quale colonna sonora del manifesto cinematografico di Quentin Tarantino, Pulp Fiction.

Le origini

Misirlou è un canto popolare della tradizione ellenica, inciso per la prima volta nel 1928 dal musicista Mike Patrinos. Il termine, derivato dalla lingua turca, la quale a sua volta lo ha mutuato dall’Arabo, significa letteralmente “ragazza egiziana”. La canzone è infatti una dichiarazione disperata d’amore di un uomo verso una ragazza, appunto, egiziana. Da questa canzone, sconosciuta al grande pubblico e dai tratti molto esotici, comincia la nostra storia.

La versione incisa da Patrinos quasi un secolo fa, rifacendosi alla tradizione popolare del suo paese, trovò subito larghissima diffusione nel mondo greco e fu poi portata in occidente dalle comunità di emigrati negli Stati Uniti.

L’arrivo negli States

Nel 1941 Nick Roubanis, musicista statunitense di origine greca, decise di riarrangiare questo brano della sua terra in versione Jazz strumentale. Eliminò il canto di amore, che era la tematica portante della versione di Patrinos, per lasciare parlare solo la musica, creando un ponte tra i due mondi, con un linguaggio comprensibile da tutti. Roubanis, forse anche in virtù dei grandi stravolgimenti apportati, si accreditò come autore del brano stesso.

Arriviamo nel 1962, in pieno periodo Rock ‘N Roll: la “Summer of Love” è ancora lontana e i Beatles suonano solo nei club di Liverpool, ma il panorama musicale è già in fase di grande rinnovamento. A trovare spazio in questo periodo è una sotto categoria del Rock delle origini, ovvero il cosiddetto Surf Rock, così noto poiché sviluppatosi principalmente in California, la patria mondiale dei surfisti.

Dick Dale negli anni ’60
(fonte boingboing.net)

La versione di Dick Dale

In quell’anno Richard Anthony Monsour, in arte Dick Dale, assieme alla fedele band dei Del- Tones, registra la sua versione di Misirlou, trasformando ancora una volta il canto d’amore greco in una strumentale feroce, distorta e acidissima. Il brano può essere oggi considerato a tutti gli effetti una pietra miliare e uno standard che, partendo dalla tradizione, segna qualcosa di completamente nuovo: il ritmo di batteria è il classico esempio utilizzato per identificare il “Surf Beat”, un accompagnamento in ottavi che segna un po’ la transizione tra lo swing Jazz, lo shuffle Blues e l’odierno ritmo Rock.

Il “Surf Beat” spiegato su Drumeo

Ciò che rende veramente storico questo brano è la performance di Dale alla chitarra. L’artista infatti mette in pratica tutto il suo stile assolutamente personale ed anticonvenzionale nel suonare il brano (Dale era mancino ma suonava una chitarra per destrorsi).

La sua versione di Misirlou è inoltre probabilmente il primo brano registrato in cui si fa utilizzo del “tremolo picking”, tecnica fino a quel momento utilizzata solo dai chitarristi classici, che consiste nel pizzicare una corda ripetutamente il più veloce possibile, generando un effetto che, unito ad un uso massivo e anch’esso pionieristico del riverbero, genera un effetto sporco e spettrale. Questa tecnica verrà poi ripresa in seguito da tantissimi musicisti diventando un vero e proprio standard per generi come il Rock e Metal.

Il brano conferisce grande popolarità e lustro a Dick Dale, già conclamato “re della chitarra surf”, ma nonostante l’enorme seguito riscosso in California, non riesce a sfondare nelle classifiche nazionali e l’arrivo della “British Invasion” pochi anni più tardi lo metterà in ombra, facendolo cadere nel dimenticatoio come un rudere del passato.

Il riconoscimento tardivo con Tarantino

Inaspettatamente il meritato successo a livello mondiale arriverà solo 30 anni dopo, nel 1994, quando Quentin Tarantino, da sempre appassionato non solo di B movies ma anche di grandi brani dimenticati, lo inserirà nel film cult Pulp Fiction come opening, portandolo alle orecchie di milioni di spettatori in tutto il globo. Il ritmo veloce e i suoni ruvidi e distorti si accostano benissimo all’atmosfera truce e scabrosa del film, che all’epoca suscitò grande scandalo per il forte contenuto di violenza fisica e verbale.

Locandina di Pulp Fiction.
(Fonte imdb.com)

Il nuovo successo con i Black Eyed Peas

La storia non finisce però qui, poiché nel 2006 i Black Eyed Peas decidono di campionare il brano ed utilizzarlo per la produzione del loro famoso singolo Pump It, successo commerciale straordinario che ad oggi conta oltre 421 milioni di ascolti su YouTube.

Ironia della sorte vuole però che tra gli autori accreditati del brano non figuri Dick Dale, mentre al suo posto viene citato Nick Roubanis per la versione incisa nel 1941.
(Il diritto d’autore è una balla colossale, concedetemelo).

Questa storia ci insegna tanto, non solo perché dimostra che le vie della musica sono infinite, ma anche che si può fare la storia ed innovare partendo da un classico della tradizione e facendolo proprio.

Misirlou è un brano che rappresenta tanto: il sincretismo culturale, l’unione di tradizione e innovazione, l’importanza della colonna sonora nei film e anche l’ironica giustizia della storia che può riconoscere i meriti anche dopo tanti anni. Dick Dale è uno degli eroi semi sconosciuti che ha influenzato la musica negli anni a venire e dispiace di poterlo ricordare solo oggi.

«Il Re è morto. Lunga vita al re!»

Un saluto, Nicolò Guelfi

 

18 risposte

  1. say g ha detto:

    We’re a group of volunteers and opening a new scheme in our community.
    Your site offered us with valuable info to work on. You have done an impressive job and our whole
    community will be thankful to you.

  2. the g ha detto:

    Fastidious answers in return of this query
    with solid arguments and explaining the whole thing
    about that.

  3. g year ha detto:

    My spouse and I stumbled over here from a different web address and thought I
    might as well check things out. I like what I see so
    now i am following you. Look forward to finding out about your
    web page for a second time.

  4. very g ha detto:

    Thank you for sharing your thoughts. I really appreciate your efforts and I will be waiting for your further write ups thank you once again.

  5. only g ha detto:

    This is a good tip especially to those fresh to the blogosphere.
    Simple but very accurate information… Appreciate your sharing this one.
    A must read post!

  6. g can ha detto:

    What’s Happening i’m new to this, I stumbled upon this I have
    discovered It absolutely helpful and it has aided me out loads.
    I’m hoping to contribute & help other customers like
    its helped me. Good job.

  7. g one ha detto:

    An outstanding share! I have just forwarded
    this onto a friend who has been doing a little homework
    on this. And he actually ordered me lunch due to the fact that
    I discovered it for him… lol. So let me reword this….
    Thanks for the meal!! But yeah, thanks for spending some time to discuss this matter
    here on your blog.

  8. g me ha detto:

    Appreciate this post. Will try it out.

  9. with g ha detto:

    Thanks for the good writeup. It in truth used
    to be a entertainment account it. Look advanced to far added
    agreeable from you! However, how can we be in contact?

  10. Hello, this weekend is pleasant designed for me, since this time i am reading this great educational
    article here at my home.

  11. Hello there, I discovered your blog by the use of Google while searching
    for a comparable subject, your web site got here
    up, it looks good. I’ve bookmarked it in my google
    bookmarks.
    Hello there, just was alert to your weblog thru Google, and found that it is really informative.

    I am going to watch out for brussels. I’ll appreciate if you proceed this in future.
    Lots of other folks might be benefited out of your writing.
    Cheers!

  12. Thank you for every other great article. Where else could anybody get that type of info
    in such a perfect means of writing? I have a presentation subsequent week, and I’m on the search for such information.

  13. www.as-ilida.gr ha detto:

    If you are going for best contents like I
    do, only pay a visit this web page everyday because it offers quality contents,
    thanks

  14. When I originally commented I clicked the “Notify me when new comments are added” checkbox and now each time a comment is added I get several e-mails with the same comment.
    Is there any way you can remove people from that service?
    Cheers!

  15. Article writing is also a excitement, if you be acquainted with then you can write or else it is complicated to write.

  16. I was recommended this blog by my cousin. I am not sure whether this post
    is written by him as nobody else know such detailed about my
    problem. You are incredible! Thanks!

  17. This web site definitely has all of the information I wanted about
    this subject and didn’t know who to ask.

  18. What’s up Dear, are you genuinely visiting this web page on a regular basis, if so after that you will definitely obtain good knowledge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *