Cioccolato Ruby, la new entry nel mondo della pasticceria

Per la prima volta dopo ben 80 anni, nasce un nuovo cioccolato molto particolare che ha fatto impazzire il mondo del web e non solo. Parliamo del cioccolato Ruby, il quarto che segue in ordine quello fondente, quello al latte ed infine quello bianco, creato dalla famosa azienda Nestlè.

Da cosa è dovuta la sua fama? Sicuramente dalla sua colorazione rosa, un po’ insolita per essere cioccolato. Tuttavia, il pezzo forte sta nel suo sapore intenso di aromi decisi e fruttati. Il direttore della rivista Kennedy’s Confection, Angus, dice che per ricrearne il gusto basta combinare in bocca del cioccolato bianco con dei lamponi insieme a del cioccolato al latte: facendo ciò avremo in bocca il sapore del cioccolato Ruby.

Da cosa è dovuta la sua colorazione?

La colorazione del cioccolato Ruby è 100% naturale senza l’aggiunta di coloranti o aromi artificiali. Il colore rosa è data da una fava di cacao molto particolare che prende il nome di “fava di cacao rubino”, ed è una varietà botanica che possiede tutte le caratteristiche necessarie per essere trasformata in un delizioso cioccolato di color rubino, mentre i metodi di produzione sono ovviamente tenuti segreti. Il risultato è frutto di lunghi studi, durati per ben 13 anni.

Barry Callebaut, l’azienda che ha dato vita al cioccolato Ruby

La mente dietro a questa magnifica invenzione è l’azienda svizzera “Barry Callebaut”, che all’interno dei suoi laboratori, dopo anni di prove e di studi, realizzano questa prelibatezza in collaborazione della Jacobs University. La Barry Callebaut è tra le aziende più grandi al mondo di cioccolato, è stata creata nel 1996 dalla fusione del produttore belga di cioccolato Callebaut e della società francese Cacao Barry. Attualmente ha sede a Zurigo , in Svizzera.

La sua prima apparizione

La Barry Callebaut il 5 settembre 2017 presenta per la prima volta questa nuova tipologia di cioccolato durante un evento organizzato a Shanghai. Prima del 19 gennaio del 2018 questa varietà di cioccolato non era disponibile per la vendita ai consumatori ed è stata introdotta nella barretta Kit Kat in Giappone e nella Corea del sud (solo online). Dopodiché nell’aprile dello stesso anno Kit Kat annunciò l’uscita anche per il Regno Unito e la Germania. Un’altra azienda famosa, la Magnum, ha creato nel loro bar un gelato alla vaniglia che viene immerso e ricoperto di cacao rubino. Successivamente nel 2020 il Costa Coffee, caffetteria Del Regno Unito, crea una cioccolata calda realizzata con il cacao rubino.

Dove acquistare il cioccolato Ruby

Se come me siete interessati ad usare questa quarta e nuova tipologia di cioccolato potete trovare la materia prima su vari siti internet, ovviamente ha un prezzo abbastanza elevato, io consiglio di andare a vedere su dei punti fornitura per pasticcerie, potreste trovarli da comprare sciolti (scegliendo voi il quantitativo). Nel mio caso, ho trovato un negozio a Parma. Oppure una azienda italiana, ovvero F.lli Rebecchi, ha creato una confezione da 100 grammi di gocce di cioccolato Ruby; trovabili nei grandi supermercati. Se Siete interessati io consiglio di navigare sul sito della Barry Callebaut, poiché troverete tutti i loro prodotti e anche un sacco di idee e ricette.

Quanto cosa il cioccolato Ruby?

I prezzi qui riportati, sono riferiti ai prezzi che si trovano online e non nei negozi fisici.

1 confezione di Baci Perugina: 5,99 euro
3 confezioni di Kit Kat: 13,99 Euro
2,5 kg di cioccolato Ruby: 47,94 Euro

Cosa ne pensa Rebecca ( blog profumi di vaniglia) del cioccolato rosa

Ho avuto modo di assaggiare questo cioccolato per la prima volta con un Bacio Perugina e poi con la barretta Kit Kat; a parere mio ha un gusto dolce ma allo stesso tempo acidulo che mi ha fatto venire in mente i frutti di bosco, poiché il retrogusto finale è fruttato. Personalmente è un sapore che mi piace e l’ho già utilizzato per creare una Namelaka che ho usato per decorare la cream tart di San Valentino; la ricetta la potete trovare sul mio blog Profumi di Vaniglia.

Cream tart con Namelaka al cioccolato rosa

Un grazie a “Profumi di Vaniglia” per la collaborazione!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *