#ATuPerTu Con Il Gigante

Il 3 agosto il gruppo di Koinervetti ha avuto il piacere di fare due chiacchiere con la promettente band Stoner Rock Il Gigante, dopo aver suonato nella fantastica location del Parco Roccolo. 

Fonte: Facebook

K: Ciao ragazzi, come state?

G: Abbastanza male tutto sommato! (*scherzando*). Per essere seri, devo dire molto bene in realtà. Siamo alla fine del tour estivo, ci riteniamo veramente soddisfatti, abbiamo fatto dei bei concerti in giro per l’Italia, quindi non possiamo essere più felici di così.

K: A proposito del tour: quali sono stati i momenti più belli che ha vissuto il Gigante in questa esperienza? 

G: Ricordiamo con affetto il primo live estivo fatto al Men/Go Music Festival di Arezzo aprendo ai FASK e Diodato. Abbiamo condiviso un palco spettacolare! Poi a Bastia Umbra dove abbiamo fatto l’apertura ai Delta Sleep. Iniziava il tour in quel periodo e quindi eravamo carichi da morire. Poi a Chianciano dove anche qui abbiamo aperto ai Sud Sound System, nonostante noi non siamo propriamente un gruppo Reggae, ed è stato bellissimo. Pioveva tantissimo quella sera e penso che siamo stati l’unico gruppo a suonare quella sera in Italia. È stato un successo.

(Abbiamo incontrato anche i Fast Animals And Slow Kids per una lunga e piacevole intervista. La trovate qui!)

Fonte: Facebook

K: Quindi per quanto riguarda i live ve li state godendo al massimo.

G: Sisi assolutamente e comunque c’è anche un buon riscontro sul nostro album La Rivolta Del Perdente. C’è una bella risposta e una buona vendita

K: Come è venuta l’idea di questo disco?

G: Il disco è nato da una esigenza, abbiamo fatto un EP (Stomp) per muoverci, farci conoscere, una sorta di biglietto da visita e poi è nato il disco. Il Gigante è una band molto prolifica, sforniamo canzoni a ruota e cerchiamo di stare sempre in attività, non perché vogliamo battere i tempi o altro, ma perché sentiamo l’esigenza di raccontare altro. Ci sono anche dei momenti in cui qualcuno è più impegnato, però diciamo che in questo periodo eravamo parecchio occupati con i live, quindi tutti quanti avevano in testa la musica e il percorso che dovevamo fare era quello.

K: Come raccontate la figura del perdente all’interno del vostro album?

G: Il disco parla prettamente di storie vissute, uno storytelling, sensazioni. Il perdente secondo noi è quella persona che vive una vita normale fatta di tante cose: quotidianità, lavoro, le sfide, delusioni, amori e ci sembrava importante parlare di questo in un mondo che parla solo di futilità, solo il bello, di squali che mangiano pesci. Perché scriviamo questo? Perché noi siamo fatti così, tutti quanti lavoriamo, tutti i giorni affrontiamo problemi e viviamo tante volte di piccole gioie che però sono bellissime, quelle gioie incredibili che magari all’occhio di qualcun altro sembra niente di che, ma per te è importante, quindi è questo un po il perdente, quella persona che non fa vedere quanto è figa la sua vita nei social e vive normalmente.

K: Io farei la domanda fatidica a Simone Giacomucci: ma Lodo Guenzi ha avuto il piacere di incontrarti e conoscerti?

G: Me lo chiedono ad ogni concerto, ora vi racconto la storia! Lodo Guenzi insieme allo Stato Sociale, quando andarono a Sanremo, portò una maglietta con scritto “Voglio Un Sosia” ed io insieme ai ragazzi de il Gigante avevamo postato foto su foto di me sui social, solo che ancora Lodo non ha avuto modo di vedermi. Si dice che se incontri il tuo Alter Ego si distrugge lo spazio-tempo, e io voglio sfatare questo mito. La battaglia è ancora aperta! (*ridendo*)

Fonte: xfactor.sky.it + Fonte: Instagram – Simone Giacomucci

K: Per quanto riguarda ancora la vostra avventura musicale, quali sono i progetti per il futuro?

G: Ad un concerto un ragazzo si avvicinò a noi e ci disse “ma voi volete suonare in giro per l’italia e fare grandi concerti?”. Cavolo, dateceli questi palchi! Sicuramente vogliamo continuare a fare concerti, ci sarà in progetto altre canzoni, un altro disco, noi siamo aperti a tutto. Abbiamo ancora una stagione, fra qualche mese parte il tour autunnale/invernale. Nell’immediato comunque cerchiamo ancora di suonare, quindi puntiamo al prossimo tour che partirà presto.

K: E noi vi auguriamo tutta la fortuna possibile. Grazie della chiacchierata ragazzi! Ce lo fate un saluto al gruppo Koinervetti?

G: Certamente! Grazie mille ai ragazzi di Koinervetti, vi ringraziamo tantissimo per questa bella intervista, a presto!

 

Una risposta.

  1. Lola ha detto:

    Hi, very nice website, cheers!
    ——————————————————
    Need cheap and reliable hosting? Our shared plans start at $10 for an year and VPS plans for $6/Mo.
    ——————————————————
    Check here: https://www.good-webhosting.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *